Fiera del Libro Calabrese (28/10 -1/11/2014)
e
Festa della Lettura- Premiazione Scuole Vincitrici (maggio 2015)

L’Officina delle parole “Un Arcobaleno di Idee”

 

L’Importanza della lettura
La lettura come contributo alla crescita di ognuno di noi e questo il seme che il nostro progetto vuole iniziare a coltivare nei bambini, affinché riescano a comprendere l’importanza della lettura, ad amarla e considerarla una tesoro da scoprire .

Leggere dovrebbe essere per ogni bambino un piacere, una fonte di idee riflessioni e pensieri, uno svago al quale ricorrere quasi giornalmente, ma, purtroppo spesso non è così.

Perché devo leggere? Non basta già quello che faccio a scuola? A cosa mi serve leggere altri libri? Sono alcune delle domande più diffuse tra i bambini. Alla domanda “Perché non leggi “ spesso rispondono “ a me non piace leggere”, secondo noi questa risposta dovrebbe far riflettere molto. Perché alcuni dei nostri bambini non leggono più ?Forse perche è cambiato il modo stesso di impostare la lettura come metodo educativo? Forse i genitori hanno dimenticato, o non hanno a loro volta scoperto il ruolo fondamentale del libro nella formazione di una persona ? Eh si perché anche per i piccoli e i grandicelli e per gli adolescenti il libro è vita vissuta, storia, morale, ammonimento, ispirazione, liberazione. Quante cose s’imparano delle fiabe prima e dai romanzi poi! Quante paure si ridimensionano quante emozioni trovano conferma nelle pagine che scorrono.

Spesso la lettura è visto solo come une elemento scolastico obbligato; leggere sembra a qualcuno anacronistico, tra video game e cartoni animati di ogni genere. La scena di un bambino che ha in mano un libro diventa sempre più rara, mentre sempre più diffusa è quella di un bambino che gioca alle consol.

Proprio qui vogliamo porre la nostra attenzione, su come siano cambiati i modi e i passatempi dell’infanzia e di come questi passatempi influenzano e continueranno ad influenzare la vita di ogni bambino.

Finalità dell’iniziativa
L’officina delle parole vuole essere il raccoglitore vivace e sinergico di tutte le esperienze dei bambini che ancora frequentano le scuole elementari.

Si vuole dimostrare che i bambini,anche se oggi che sono allontanati dai libri per via della naturale e veloce evoluzione dell’uomo sulla tecnologia prepotentemente invasiva, riportato alla luce il valore della lettura e della scrittura e di poter scrivere per far leggere una altro.

Cosi facendo, rendendoli protagonisti della lettura e della scrittura la possono riscoprire cosi come un valore .

Leggere è aprire la mente, con la lettura e la scrittura ciascuna mente, ciascun pensiero diventa più ampio, ricco, ogni persona diviene più ricettiva. Questo avviene perche siamo noi a trasformare le parole, i caratteri in immagini, scene che saranno differenti l’una dall’altra. Il gioco è fantasia e la lettura e la scrittura e la fantasia cammina di pari passo, e non possono esistere l’una senza l’altra, perché sia la lettura che la scrittura hanno come elementi fondamentali proprio la fantasia e l’immaginazione.

Questo progetto vuole stimolare i bambini a pensare come potrà essere un personaggio, o un altro, a come potrà andare a finire, se finirà realmente cosi o se ci sarà qualche sorpresa e mentre noi facciamo tutte queste azioni, non ci accorgiamo, che in realtà quello che stiamo facendo non è nient’altro che allenare la nostra mente.

Leggere è immedesimarsi, vivere le storie come se fossero un po’ le nostre, leggere è cercare di capire, interpretare, prevedere, andare oltre.

Noi insistiamo a proporre occasioni di promozione della scrittura e della lettura,specialmente in bambini in questa fascia di età, che non sono un fine , ma un mezzo per l’apertura a leggere , cioè a interpretare il mondo e a scrivere cioè descrivere il mondo.

La Scrittura e la Lettura rivestono un’importanza fondamentale nella trasmissione della conoscenza e nella comunicazione delle idee; coltivandole si favorisce lo sviluppo più completo del pensiero e la partecipazione sociale del cittadino.

Sia lo scrivere che il leggere sono due diritti universali, in quanto si esercita un influsso sulla vita sotto numerosi aspetti: dal punto di vista culturale e scientifico; dal punto di vista della partecipazione democratica alla vita sociale e del progresso socio-economico; dal punto di vista della capacità di dialogo nel pluralismo culturale e religioso; la lettura è particolarmente efficace e insostituibile come strumento per affinare il senso critico

E questo è importante , perché occorre una sintesi creativa tra tecnologia e umanesimo, tra scienza e sapienza, poiché il bisogno di senso è ineludibile e se la complessità tecnico scientifica esige persone competenti, la complessità umana esige persone sagge.

Per tutto ciò riteniamo che i programmi di formazione delle “ agenzie “ educative non possono prescindere dal contesto fenomenologico-antropologico in cui svolgono la loro attività formativa.

L’Obbiettivo a medio termine è quello di riuscire a fare esplicitare ai bambini la dimensione del sogno, della fantasia e fargliela riportare sulla carta, per far capire l’importanza di saper ben comunicare. Farsi capire, riuscire a trasmettere a chi legge gli stessi sentimenti che ha provato chi ha scritto.

leggi tutto:

L’Officina delle parole “ Un Arcobaleno di Idee” (pdf)